Biotransenergetica – BTE

lkjlkj

BIOTRANSENERGETICA (BTE)

Cosa è la BTE?

La Biotransenergetica è un atto poetico, suo intento è insegnare a riconoscere la sacralità dello slancio creativo del vivente in ogni sua manifestazione e conformarsi alle sue leggi.

La Biotransenergetica è una disciplina psico-spirituale concepita agli inizi degli anni 80 grazie ad un incontro d’amore tra Pier luigi Lattuada, medico psicoterapeuta e Marlene Silveira, psicologa, psicoterapeuta. Da allora, in oltre trentamila ore di lavoro clinico presso il Centro Om di Milano, Pier Luigi Lattuada ha perfezionato il modello teorico e il sistema operativo, creando una metodologia fondata sulla filosofia perenne delle antiche tradizioni spirituali e sostenuti dalle più recenti acquisizioni della nuova scienza, della ricerca sugli stati di coscienza, della visione integrale e della Gnosi Transpersonale.

Ma come si lavora in BTE?

Innanzitutto il terapeuta BTE rimane “vuoto e sveglio”, cerca cioè di “scomparire” per lasciare che il processo trasformativo e terapeutico possa compiersi.

A tal proposito sono utilizzate le cosiddette pratiche di “mindfulness”, ovvero quegli stati meditativi che ci permettono di vedere le cose così come sono, nella loro essenza.

Accedere a questo livello unitivo ci dà modo di fare un salto oltre la mente duale, laddove le cose appaiono avere maggiore senso e i problemi tendono a dissolversi, ad avere sempre meno pregnanza.

Laddove i problemi continuano a portarci via da questo stato di maggiore presenza e consapevolezza allora si può intervenire con pratiche più terapeutiche.

Tecniche più effettive permettono di andare maggiormente dentro il blocco per permettere che ciò che è fermo si possa muovere verso un processo trasformativo.

Ecco allora che il terapeuta BTE ha a disposizione un ampio spettro di metodologie di lavoro, che spaziano dalle tecniche di colloquio verbale a quelle  psicocorporee, dalle costellazioni, alle visualizzazioni fino ai tocchi terapeutici.

La cosa importante è che la tecnica ha valore in quanto calata nella visione transpersonale.

L’uomo e la donna sono visti in un cammino evolutivo e fondamentalmente sani.

Ecco perchè ogni patologia, limite o difficoltà, pur con tutto il loro carico di sofferenza, possono essere viste come un passaggio a livelli di maggiore benessere, integrazione e consapevolezza.

Compito di una terapia BTE è quello di rendere questo passaggio più veloce, indolore e consapevole possibile.